Il modello turistico delle stazioni sciistiche di massa è entrato in crisi. Oggi non esiste più il turismo alpino, ci sono molti turismi che talvolta convivono, altre volte configgono, altre volte ancora si ignorano. Si salverà chi ha protetto l’ambiente e il territorio, affiancando il bene naturale con il dono dell’accoglienza, della socialità e della vivacità culturale.